Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è lunedì 21 agosto 2017, 7:26



Rispondi all’argomento  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
 Anime dal 2000 al 2015: cosa vi è piaciuto 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
Questo topic nasce da una costola di un discorso fatto con Koji, secondo cui negli ultimi anni non siano più stati prodotti anime interessanti.
Premesso che sempre di gusti personali si tratta, ho messo assieme questo listone di cose che mi sono piaciute (e che ho comprato in italiano ove disponibili).
E' un po' lungo (e sono stato stretto nelle scelte, ve l'assicuro).

Spero che anche altri vogliano contribuire nell'elencare cosa è piaciuto a loro. Ma mi rendo conto che qui siamo in un forum di modellismo e a dedicarci alla visione di anime non siamo in moltissimi.
Io ho cmq cercato di mettere delle sinossi per ogni anime (a volte un po' lunghe), per fare comprendere per bene anche perché mi sono piaciuti (in effetti ci sono alcuni argomenti che si somigliano).
Grazie a chi avrà la pazienza di leggere tutto. :mrgreen:

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


giovedì 10 novembre 2016, 14:20
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 10:25
Messaggi: 6913
Rispondi citando
Attendo di leggere con interesse fiiin19

_________________
one six two, seven eight..
two six three, seven eight nine

▄██▄
__-__
░░░░

caz_zate collection

Resto al palo e salto la quaglia!


giovedì 10 novembre 2016, 14:46
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
2000:

- Boogiepop Phantom (tv)

Dopo l’innalzamento di una colonna di luce avvengono strane cose in città. La serie viene presentata come una lotta fra l’entità Boogiepop e una società segreta che manipola gli esseri umani, ma in realtà è tutta una metafora su quei ragazzi che soffrono di solitudine o stress da competizione. Disponibile in italiano.

- Gear Fighter Dendoh (tv)

Ok, serie per bambini. Ma ce ne fossero di così divertenti. A parte tutta la parte dedicata al robot (armi e mosse innovative), anche la trama di fondo seppur semplice non rischia mai di cadere nel banale. Disponibile in italiano.

- Hajime no Ippo (varie serie tv + vari special)

Una serie dove un ragazzo che fa lo scaricatore di porto diventa un campione della boxe. C’è qualche esagerazione, ma le mosse riportate sono tutte esistenti. E’ un inno alla potenza umana, una sfida a fino a dove si può arrivare migliorandosi, una storia di avversari carismatici. Tratto da un manga inedito in Italia.

- Platinumhugen Ordian (tv)

Non è una novità, dopo Evangelion, ma qui il robot riassume la sua natura divina, disctricandosi fra società segrete dalle motivazioni oscure. Design di Masami Obari, uno dei migliori mecha designer in circolazione. E non mancano le tette. Disponibile in italiano.

- Vandread (tv)

Robotico. In un lontano futuro gli uomini e le donne vivono separatamente (ma riescono a procreare lo stesso). Quando tre uomini per errore finiscono su una nave di donne però, nascono nuove relazioni. I personaggi crescono, e la storia da macchietta divertente si fa seria. Pieno di belle ragazze. Inedito.

- FLCL (ova)

Dallo studio Gainax. Pieno di gag divertenti e scene a effetto. Ma alla fine è solo la storia di un gruppo di ragazzini che si trova ad affrontare una famiglia che non li considera. Crescere costa fatica. Disponibile in italiano.

- Escaflowne (movie)

Be’, sontuoso nella realizzazione. Musiche di Yoko Kanno al massimo. Forse un po’ stringato nella storia, ma decisamente fa il suo effetto col nuovo design dei personaggi. Disponibile in italiano.

2001:

- Earth girl Arjuna (tv)

Di Shoji Kawamori (Macross). La Terra si regge su labili confini, e il suo avatar è costretto dalla malattia a cedere il suo posto... a una ragazzina ignorante! Cos’è il ciclo della vita e della morte, cos’è imparare? Chi ha vissuto troppo rilassatamente si trova di fronte a problemi che non sa risolvere, o che vuole risolvere con la forza, l’unica cosa che conosce. Ma la natura sulla Terra se forzata genera un’azione contraria. Colonna sonora di Yoko Kanno. Inedito.

- Noir (tv)

Serie su due ragazze che per lavoro uccidono. Sono la coppia migliore sul mercato dei mercernari. Ma le commissioni che si trovano a risolvere non sempre sono episodi ricchi di azione, ma anche banali uccisioni di gente inerme. A volte il vuoto si fa varco nei loro cuori, così come nello spettatore. Cosa stanno facendo davvero? Per chi stanno agendo in realtà? Inedito.

- The Soul Taker (tv)

Fa parte della nuova trilogia Tatsunoko dei super eroi (assieme a Generator Gawl e Karas). Il protagonista trova sua madre morta e cerca di scoprire chi l’ha uccisa, ma questo lo porta a scoprire cose della sua famiglia che non avrebbe mai immaginato. Ma lo conduce anche in un viaggio dentro se stesso, per capire cosa vuole davvero dalla vita, quando scopre di avere una sorella che vive nascosta da qualche parte. Regia e combattimenti straordinari, ma la verità alla fine fa male. Disponibile in italiano.

- Mazinkaiser (ova)

Ok. Sarebbe una minchiata... ma quando il Mazinkaiser combatte sul serio non puoi fare a meno di esaltarti. Botte da orbi e sano divertimento. Disponibile in italiano.

- Crayon Shin-chan: la tempesta chiamata “il contrattacco dell’impero degli adulti” (movie)

Di Keiichi Hara. Viene costruita una gigantesca installazione che replica l’Expo di Osaka del 1970. Gli adulti ci si buttano a pesce e per loro è come rivivere la propria infanzia. I bambini si annoiano, dopo un interesse iniziale. In realtà dietro l’operazione si cela un losco figuro che è convinto che il 21° secolo che era stato promesso loro da bambini non sia quello che doveva essere, che tutti sono stati ingannati. Per cui vuole ricostruire il 21° secolo che invece gli era stato promesso. Per gli adulti è facile cedere, perché ciò che viene detto è vero. Ma ai nativi del 21° secolo reale come Shinchan a cosa importa? Inedito.

- Millennium Actress (movie)

Di Satoshi Kon. La ricerca di un’attrice famosa, ormai ritiratasi da tempo. La sua vita e i suoi sentimenti attraverso i film che ha girato. Un viaggio nella memoria per cercare cosa c’è di vero e di finto nella vita di questa donna. Commovente. Disponibile in italiano.

- Spirited Away / La città incantata (movie)

Hayao Miyazaki ci ha vinto l’Oscar. Non ci sarebbe altro da aggiungere. Senonchè con questo film Miyazaki prosegue una sua seconda fase di ripensamento sull’animazione (dopo Principessa Mononoke) e abbandona i facili idealismi per confrontarsi di più con la realtà. Ne esce fuori il personaggio della apatica Chihiro che deve imparare a cavarsela da sola in un mondo apparentemente ostile, ma in realtà specchio della realtà in cui viviamo. Disponibile in italiano.

2002:

- Full Metal Panic! (tv)

Serie mix di tante cose. Belle ragazze, ambientazione scolastica, gag e... robot! Due organizzazioni segrete che si affrontano per il futuro del mondo. Persone particolarmente dotate sono in grado di sentire i sussurri che giungono dal futuro e questo ha permesso la costruzione della black technology, strumenti che funzionano ignorando le leggi della fisica. Il sergente Sagara (un imbranatone come non mai) viene inviato come infiltrato in una scuola per tenere sotto controllo una ragazza in grado di sentire i sussurri. Ne nasceranno gag a non finire ma anche combattimenti robotici davvero notevoli. Al momento conta tre serie (di cui una completamente comica), ma è stata annunciata la quarta. Disponibile in italiano.

- Ghost in The Shell Stand Alone Complex (tv)

Di Kenji Kamiyama. Il suo approccio a Gits è completamente diverso da quello di Mamoru Oshii. Non più filosofia sulla vita umana, ma la rappresentazione di un futuro prossimo per parlare dei problemi del presente. Un avversario, l’uomo che ride, i cui scopi rimangono a lungo incomprensibili. Ma la sezione 9 si destreggia fra casi stand alone (singoli) e casi complex (cioè collegati fra di loro) descrivendo un futuro dove i problemi della società attuale persistono e non trovano soluzione. Grande colonna sonora di Yoko Kanno. Disponibile in italiano.

- Abenobashi, il quartiere commerciale di magia (tv)

Il vecchio fa il posto al nuovo. Osaka si rinnova e i vecchi edifici vengono abbattuti. Ma il protagonista Sasshi in seguito a uno shock rimosso scopre il potere dell’onmnyoji e con questo inizia a viaggiare fra mondi paralleli ispirati ad anime e videogiochi assieme alla sua amica Arumi. Ogni mondo anche se sembra una parodia la verità è che Sasshi sta solo fuggendo nelle sue fantasie per evitare di affrontare la realtà. Disponibile in italiano.

- RahXephon (tv)

Un anime molto ambizioso. Se in Evangelion avevamo come protagonista in sostanza un Hikikomori (coloro che cercano di isolarsi dalla società, perché incapaci di affrontarla), che accadrebbe con protagonista un ragazzo finalmente normale? Che proverebbe tutto quello che la vita ha in serbo per tutti. L’amore, il distacco dai genitori, la crescita. Ma un nemico sempre in agguato non gli lascia comunque tregua e per Hayato ogni episodio sembra sempre più un passo verso l’incubo. Inedito (solo 5 episodi in italiano).

- Macross Zero (ova)

Dopo la caduta dell’SDF-1 su Atalia Sud, si formò un governo mondiale per affrontare gli alieni. Ma questo processo non fu immediato, perché trovare un accordo fra popolazioni diverse non è mai una cosa facile. Questa è la storia dello sviluppo delle prime Valkyrie (i VF-0 Phoenix) e della battaglia che devono intraprendere contro i Variable Fighter di un’altra nazione. Ma è soprattutto la storia del giovane Shin che si innamora e scopre che la protocultura è già presente sulla Terra (la serie si ricollega al film, non alla versione tv), la cui tradizione viene portata avanti dai discendenti di una tribù locale. Inedito.

2003

- The Big O 2 (tv)

E’ stato spesso definito come “il batman robotico”, ma in realtà The Big O è una storia più complessa. Da una parte c’è la uno stampo effettivamente da detective, che viene risolta dall’intervento del potente robottone, ma per contro con la seconda serie si evince che forse non tutto è quello che sembra. E’ un sogno? Un’illusione? Un grande fratello i cui partecipanti sono all’oscuro di tutto? Roger Smith da semplice pilota si trova di fronte a memorie che forse non sono vere, ma l’unica cosa che può fare è proteggere la città e i suoi abitanti. Inedito.

- Fullmetal Alchemist (tv)

Dal manga di Hiromu Arakawa, questa serie venne realizzata quando la pubblicazione era ancora all’inizio, per cui per i tre quarti si tratta di storia inedita. Da bambini Edward e Alphonse Elric cercano di fare rivivere la madre morta usando l’alchimia, ma si tratta di una pratica proibita. Edward si troverà con un braccio e una gamba artificiali, mentre Alphonse diventerà un’armatura vivente. In cerca di un modo per tornare normali, si troveranno invischiati in un mondo dove nulla è come sembra. Tutti i personaggi vengono sviluppati con uno strato di dolenza latente e sofferenza assenti nel manga (che sceglie una via più gag), alla ricerca della pietra filosofale e della verità della vita. Disponibile in italiano.

- Godannar (tv)

Un grande omaggio ai robot anni ’70. Soprattutto nello spirito, visto che i robot hanno invece un design moderno, ma non in modo esagerato. E’ un mix fra gag, combattimenti e affrontare i problemi di famiglia (i due giovani protagonisti si sono appena sposati). E soprattutto tette! Tette da ogni parte. Ma anche combattimenti da ogni parte! Contro nemici che ancora non si sa cosa vogliono. Inedito.

- Gunparade March (tv)

Il mondo è stato invaso da mostrazzi alieni. E gli esseri umani non hanno *nessuna* speranza. Non esiste possibilità di vittoria. Nonostante questo vengono elaborati dei modi molto rischiosi per eliminare i nemici. Mentre tutto il mondo è ormai invaso, in un angolo del Giappone una scuola di reclutamento insegna a giovani studenti come combattere contro questo nemico invincibile, opponendo la loro caparbietà contro un destino inevitabile. Ma pure se l’atmosfera è opprimente, i ragazzi sono sempre ragazzi e riescono a sviluppare dei rapporti fra di loro, anche sentimentali. E’ la dolcezza della normalità dentro un incubo, la leggerezza dell’essere spensierati e vivere la propria vita nonostante tutto. Inedito.

- Planetes (tv)

Tratto dall’omonimo manga, Planetes anime si arricchisce con parti inedite, personaggi inediti e scelte diverse di sceneggiatura. Il giovane Hachirota lavora già nel cosmo come spazzino spaziale, ma il suo sogno è diventare pilota di astronavi e partecipare al progetto per la conquista di Giove. E’ una storia di varia umanità e di come il sogno della conquista dello spazio spesso comporti scelte e perdite inevitabili. Hachirota forse prende la vita un po’ troppo alla leggera, ma nel corso degli avvenimenti cresce e trova il suo posto nel mondo. Disponibile in italiano.

- Tokyo Godfathers (movie)

Di Satoshi Kon. La vita di tre persone ai margini, tre persone che per motivi molto diversi sono finiti ad essere dei barboni. Ma la storia pur raccontando anche di fatti drammatici non spinge sull’emotività, ma piuttosto sulla vita che comunque continua per tutti. Per cui anche da un momento triste può nascere una gag divertente e l’emarginazione, seppur pesante, viene vissuta come se fosse uno stato di libertà. Almeno inizialmente. Disponibile in italiano (purtroppo con un adattamento dialoghi spesso errato).

2004

- Beck (tv)

Serie tratta dal manga omonimo. Tecnicamente non è un granchè (anzi), ma la storia è molto bella. Un semplice ragazzo imbranato e incapace di suonare che per una serie di coincidenze entra in una band indie grazie alla sua voce. Ed è un tripudio di amicizie che si creano, di situazioni assurde ma che diventano reali. E poi la musica, vero plus rispetto al manga. Non nego di essermi emozionato tantissimo nel vedere un sogno diventare realtà, anche se ciò ha comportato molte sofferenze. Il manga prosegue oltre l’anime, ma l’anime trova cmq conclusione in un punto giusto, quasi non facendo pesare la mancanza del resto. Disponibile in italiano.

- Ghost in The Shell Stand Alone Complex 2nd gig (tv)

La seconda serie. Questa volta i nemici sono gli undici individuali e le forze in campo sono ancora più grandi di quelle della prima serie. Ma la venatura malinconica è maggiorata. La sezione 9 scopre sempre più cose occultate e impara che i casi si possono anche risolvere, ma l’uomo non cambia. La battaglia contro il crimine non avrà mai fine, perché la natura umana è fatta così. Il maggiore Kusanagi ha modo di riflettere molto su se stessa. Disponibile in italiano.

- Godannar 2 (tv)

Si prosegue con tette e culi e combattimenti fra robot. Siccome la prima serie aveva avuto un finale spiazzante (in senso buono), la seconda non può fare altro che spingere ancora di più il pedale sull’acceleratore, trascinando lo spettatore in un caleidoscopio di combattimenti, grazie anche al cast di robot che si allarga e prende sempre più consistenza. Anche una serie parodistica può essere drammatica, quando serve. Inedito.

- Melody of Oblivion (tv)

Alla fine degli anni ’80 ci fu una grande guerra fra gli uomini e i mostri. Vinsero i mostri e ora gli uomini nemmeno si accorgono di come la loro vita sia condizionata e inquadrata. Ma ogni tanto c’è un essere umano che riesce a vedere la Melodia dell’Oblio, una misteriosa ragazza diafana che gli rivela la verità. Di fronte a certe rivelazioni non si può fare altro che riprendere a combattere. Da un concetto visuale tutt’altro che serio (i nemici hanno un aspetto decisamente eccentrico), una storia che invece punta tutto sui convincimenti personali. Sarà una parodia o c’è un nocciolo di verità dietro a questa faccenda dei mostri. E chi sono i veri mostri, alla fin fine? Inedito.

- Paranoia Agent (tv)

Di Satoshi Kon. Una serie che inizia con quello che sembra un normale crimine (un ragazzo che picchia una donna con una mazza da baseball), ma in seguito i vari personaggi degli episodi autoconclusivi iniziano a incrociarsi fra di loro mettendo in dubbio cosa sia vero e cosa sia falso. Due poliziotti indagano e trovano varie correlazioni, ma il senso generale sembra sfuggire. Un anime dove la visione umana viene messa a dura prova. Gli animi umani si cercano, ma alcuni si sentono più soli degli altri in questa società massificata. Disponibile in italiano.

- Samurai Champloo (tv)

Da Shinichiro Watanabe (regista di Cowboy Bebop) un anime mix strabiliante. Se CowBe era generalmente più compassato pur non rinunciando al divertimento, qui le componenti sono invertite. Ambientazione Edo, ma senza rinunciare a dettagli moderni che straordinariamente non risultano fuori posto. Feeling da Okinawa, il posto più truzzo del Giappone, musica hip-hop. Insomma un melting pot dove tre personaggi cercano il samurai che profuma di girasoli. Se CowBe mischiava i generi, Samurai Champloo lo fa ancora di più. Una visione sotto acido e sopra le righe. Disponobile in italiano.

- Diebuster (ova)

Per festeggiare i 20 anni di Gunbuster la Gainax affida a Tsurumaki questo progetto. Ma Tsurumaki non è Anno e 20 anni fanno pesare il modo di immaginare l’animazione. Ne esce una produzione apparentemente bislacca dove la fantascienza e i robot seri sono un retaggio del passato. Qui tutto è possibile, anche annullare le leggi della fisica. Per cui spazio ai problemi attuali, allo sfruttamento delle ragazze che combattono come idol, finché non diventano troppo mature per essere ancora idol e quindi gettate via dal robot businness. Ma forse esiste un’altra via, anche quando i tuoi poteri che sembravano magici non ci sono più. Punta al Top!

- Re: Cutie Honey (ova)

Una produzione supervisionata da Hideaki Anno che recupera lo spirito della Cutie Honey originale, quella degli anni ’70, ma senza le ingenuità del caso. Ovviamente rimanendo fedele allo stile del Nagai originale, molte sono le gag che virano sul pecoreccio e Honey viene resa più brillante che mai. Ma le cose non sono sempre belle come appaiono, una lezione che Honey imparò negli anni ’70 e che si trova qui ad affrontare in maniera diversa, perché comunque i tempi sono cambiati e le persone sono diverse. Da un lato giovialità, dall’altro nichilismo. Tre ova al fulmicotone. Inedito in italia.

- Innocence (movie)

Di Mamoru Oshii. Dopo avere prodotto un’opera come Ghost in The Shell, farne un seguito/non seguito sembra un’impresa impossibile. Eppure il grande maestro mette al centro della scena Batou e attorno un caso di ginoidi sfruttate a scopo sessuale che però diventano bambole assassine. Ma al di là della trama a colpire è la maestosità grafica (in particolare la scena del carnevale ha richiesto due anni per la realizzazione) a colpire, grazie al budget enorme che Oshii è riuscito a mettere insieme. Ma partendo da un classico caso da sezione 9, ancora una volta si toccano vette filosofiche che non risparmiano considerazioni su Cartesio, Confucio e Milton. La realtà è davvero quella che viviamo? Le nostre memorie sono vere? E stavolta, più spazio al Basset Hound tanto caro a Oshii. Disponibile in italiano.

- Il castello errante di Howl (movie)

Hayao Miyazaki che sperimenta ancora animazione non solo per l’infanzia. Una ragazza “vecchia dentro” e un bambino talmente solo che accetta di fare un patto con un demone. E che crescendo darà importanza solo ad aspetti superficiali. L’incontro fra i due cambia molto le cose e in un mondo di magia massacrato dalla guerra, un sacco di riflessioni sul comportamento degli esseri umani si fanno strada nella mente dello spettatore. Disponibile in italiano.

2005

- Zettai Shounen (tv)

Due storie, due mondi. Campagna e città. E le material fairy. Esseri che vivono nel mondo mistico attiguo al nostro (ma che non è il mondo dei morti) che a volte appaiono anche anche al di qua del confine. Ayumu vive una vita apatica in campagna, ma l’incontro con una material fairy inizia a fargli cambiare la sua posizione sulla vita. Miki vive una vita apatica in città, e anche lei incontra una material fairy. L’apatia che avvolge questi giovani sembra rappresentare l’epoca moderna in cui vivono, dove isolarsi pare l’unico modo per sopravvivere in pace. Ma sarà vero? Inedito.

- Eureka Seven (tv)

Un brainstorming di autori creano questi robot che surfano in cielo. E’ un inno allo spirito libero! Ma il protagonista Renton, che scappa subito di casa per unirsi ai ribelli del Gekko State, si trova di fronte a una realtà molto diversa da quello che crede. Si infila nel mondo degli adulti pur essendo un ragazzino e sbatte il muso contro la realtà. Non tutti gli adulti sono uguali. E anche lo stato di adultità è una cosa molto personale. Ci sono un sacco di gag divertenti, ma è il dramma che travolge il mondo a tenere banco. La vera libertà sembra un miraggio, mentre la religione una cosa per sciroccati. Eppure Renton si trova a combattere a bordo del Nirvash con la sua amata Eureka. Scontri anche spettacolari. Ma crescere e capire davvero cos’è l’amore chiede al giovane protagonista di andare oltre, di sporcarsi anche di sangue. Perché il paradiso è ormai perduto da tempo. Disponibile in italiano.

- Gaiking Legend of Daiku maryu (tv)

Un’altra serie per bambini, quindi contiene qualche ingenuità. Ma nei combattimenti è spettacolare. Gli autori rimescolano le carte e dal Gaiking classico tirano fuori una storia più avvincente, con più mecha, con più pathos. E poi lui, Gaiking The Great. Potenza pura racchiusa in un corpo di metallo, fusione di tre robot diversi. Impossibile non esaltarsi. Disponibile in italiano (solo mediaset).

- Aquarion (tv)

C’era una volta, una battaglia fra gli angeli e gli esseri umani, ma anche una storia d’amore impossibile fra due membri delle due razze. Ma 12000 anni dopo ci sono il robot Aquarion, capace di fare tre trasformazioni con tre navette (Solar, Luna e Mars) e gli angeli decaduti. Fra sentimenti che si confrontano, relazioni che si creano, un ragazzino lurido come Apollo diventa il pilota principale del Solar Aquarion, creando reazioni di sgomento e fastidio fra molti suoi compagni di avventura. Eppure la storia passa anche di qui. Andare oltre all’aspetto fisico o al comportamento antipatico. Molti errori vengono commessi, ma alla fine una via per la salvezza si può trovare. Disponibile in italiano.

- Noein (tv)

Esperimenti sulle realtà parallele, sul passato e sul futuro... un futuro già scritto? La giovane Haruka scopre di essere la depositaria della catena del drago, un manufatto in grado di sconvolgere la realtà. Diventa quindi preda della versione adulta dei suoi amici e di altri strani personaggi, perché lei è l’unica che può salvare il futuro. Ma ad Haruka interessano di più i suoi amici nel presente, vuole rifiutare il peso che le è stato dato. Chi è Noein, cosa vuole? E chi la salverà da lui? Disponibile in italiano.

- Ghost in The Shell SAC: Solid State Society (movie)

Anche per Stand Alone Complex è il momento di concludersi. Che fine ha fatto il maggiore Kusanagi? Chi è il misterioso “marionettista” che sta immettendo virus suicida in rete? La sezione 9 parte per la sua battaglia più grande, ben conscia che il peggior nemico dell’uomo è l’uomo stesso. Che il maggior nemico della società è la società stessa. Puoi vincere una battaglia, ma una guerra dove il nemico è la stessa indole umana è al di sopra di ogni possibilità? Disponibile in italiano.

2006

- Haruhi Suzumiya (tv)

Voglio come compagni di classe un esper, un cronoviaggiatore e un androide! Haruhi Suzumiya è una ragazzina sopra le righe che ha le idee chiare. E puntualmente quello che desidera avviene, come scopre il suo compagno di classe Kyon, che viene trascinato nella vicenda. Ma Haruhi non deve saperlo, perché altrimenti perderebbe interesse nelle cose che desidera, trascinando il mondo nella sua noia. Ma chi e cosa è questa ragazza? Forse Dio? Una particolarità quantica? Nessuno lo sa spiegare, ma la sua squadra di matti, la brigata SOS, non può fare a meno di seguirla e tenerla sotto controllo. Disponibile in italiano.

- Intrigue in the Bakumatsu – irohanihoheto (tv)

Ryosuke Takahashi, regista famoso per avere arricchito anime robotici storici inserendo nella trama fatti realmente accaduti (Dougram sulla rivoluzione messicana, Votoms con il Vietnam, Layzner con l’invasione del giappone in Manciuria), questa volta inverte i fattori. La storia è quella vera della fine dell’epoca dello shogunato, ma viene arricchita da una visione mistica e quasi paranormale degli eventi. Nonostante la bizzarria, tutto avviene in modo naturale. E il protagonista Yojiro scopre molte cose di se stesso che non sapeva. Da possessore della spada della luna e noto come assassino eterno, viaggia per vendicare i suoi genitori. Ma la sua esistenza sembra legata a doppio filo con l’entità misteriosa che cerca di portare il Giappone a una guerra finale. Inedito.

- Yomigaeru sora: rescue wings (tv)

Il giovane Kazuhiro, fresco di accademia, viene mandato alla base di Komatsu per svolgere il suo lavoro di elicotterista di salvataggio. In sostanza aiutare gente in pericolo che può essere recuperata solo tramite elicotteri. L’anime è molto attento a descrivere il suo straniamento iniziale e non è per niente buonista. Non tutte le missioni hanno lieto fine. Ma fra la squadra pian piano si crea affiatamento e anche personaggi inizialmente ostili imparano a collaborare per il bene comune. Inedito.

- Zegapain (tv)

E torniamo al robotico, questa volta con un design molto virtuale e olografico (e c’è un perché). Il giovane Kyo si trova alla guida del robot principale, lo Zegapain (ma c’è un motivo preciso) e si ritrova diviso fra queste battaglie in un mondo che dovrebbe essere virtuale e la realtà di tutti i giorni a scuola, fra litigi e riappacificazioni. Solo che la verità è un fardello troppo pesante anche per lui. All’inizio ti ci diverti, poi inizi a provare pena per tutto quello che sta succedendo. Inedito.

- La ragazza che saltava nel tempo (movie)

Di Mamoru Hosoda. Tratto da un famoso romanzo di fantascienza giapponese, Hosoda confeziona un meccanismo a orologeria dove nulla è lasciato al caso. Tre amici (due ragazzi e una ragazza), i sentimenti che cambiano, il tempo che si riavvolge. E un futuro già scritto. O forse non ancora. La protagonista Makoto prende troppo alla leggera il suo ruolo, per questo vederla prendere coscienza della realtà e piangere colpisce tanto. Disponibile in italiano.

- Tekkonkinkreet (movie)

Siamo nella città tesoro, un luogo su cui la yakuza ha messo gli occhi per trarne guadagno illecito. E nello sfondo gruppi di ragazzini si sfidano per il controllo dei loro piccoli territori. I fratelli Shiro e Kuro (bianco e nero) si trovano di fronte a problemi più grandi di loro, quando la yakuza li nota. I bambini non possono niente contro dei malavitosi assassini, solo subire e piangere. E invece no. Perché Shiro e Kuro non sono dei semplici bambini, anche se non lo sanno ancora. Sono due lati della stessa medaglia. E senza il bianco, il nero diventa più pericoloso di qualsiasi cosa. Un film visionario dallo studio 4°C. Disponibile in italiano.

2007

- Ookiku furikabutte (tv)

Tratto da un manga seinen sul baseball, Ookiku furikabutte (conosciuto anche come Oofuri o Big Windup) racconta di una squadra di baseball appena formatasi. Il punto è che lo fa in modo estremamente realistico. La prima parte è dedicata alla presentazione dei personaggi, al dualismo fra il pavidissimo pitcher Mihashi e l’arrogante catcher Abe. Ma il catcher sembra riuscire a fare funzionare per bene un pitcher talentuoso che si è sempre impegnato ricevendo solo insulti come ricompensa. La genialità del primo (vero regista della squadra) smuove l’impegno del secondo. La storia viene presentata in modo talmente serio che la seconda parte è in sostanza una partita di baseball raccontata in tempo reale. Molto spazio viene dato al come ci i allena davvero, anche dal punto di vista mentale. Inedito.

- Darker than black (tv)

Il cielo venne sostituito da un falso cielo dove la notte compaiono false stelle. E’ l’Hell’s Gate. Ogni stella è collegata a un contraente con poteri paranormali che compie omicidi per conto di una strane organizzazioni. Ma ogni utilizzo del potere comporta un prezzo da pagare. Il placido protagonista Hei è però in realtà l’Oscuro Mietitore, uno dei più efficienti e pericolosi dei contractor. Non è però un personaggio completamente negativo, dato che una una sua morale e uno scopo da raggiungere. Musiche di Yoko Kanno. Inedito.

- Denno Coil (tv)

In un futuro dove tramite degli occhiali speciali si può accedere alla realtà aumentata (cioè vedere cose che esistono solo in un mondo virtuale) Yuko Okonogi è all’inizio solo una bambina ingenua, ma essendo il suo defunto nonno l’inventore degli occhiali, si trova sempre più invischiata nei meandri della faccenda. Innanzitutto però è una serie molto divertente, soprattutto all’inizio quando si scatenano le guerre fra bambini (ne succedono di tutti i colori), ma da quando compare l’ombrosa Yuko Amasawa la storia inizia a prendere una piega più dark, alla ricerca di segreti ormai sepolti dal tempo. Disponibile in italiano.

- Ghost Hound (tv)

Da un’idea di Masamune Shirow, ma con premesse decisamente originali. Il giovane Taro ha un complesso psicologico perché da bambino era stato rapito da un uomo misterioso assieme a sua sorella, che purtroppo morì nel delitto. Questo lo porta a tenere una certa distanza dagli altri e a vedere cose strane. Finchè non riesce a proiettare la propria coscienza al di fuori del proprio corpo viaggiando di notte alla ricerca dei segreti della città. Dopo la sua esperienza anche tre amici riescono a generare questa proiezione. L’ambientazione è in campagna e si tratta di un villaggio ancora governato da una anziana sacerdotessa shintoista a cui tutti devono rispetto. Ma queste esperienze extrasensoriali sono vere o frutto di illusioni? Cosa sta succedendo in verità? Inedito.

- Gurren Lagann (tv)

Sboroneria pura! Gli esseri umani sono costretti a vivere sottoterra dal Re Spirale, ma si ribellano e utilizzando e riadattando i robot nemici tornano in superficie a combattere. In una catena di combattimenti e riflessioni a flusso continuo, si arriva a scoprire che il nemico era in realtà il loro più strenuo difensore e che nello spazio li attende qualcosa di molto più oscuro e malvagio, gli Antispiral! Riuscirà il giovane Simon a trovare abbastanza fiducia in se stesso per comandare il Gurren Lagann? Disponibile in italiano.

- Kotetsushin Jeeg (tv)

Partendo da un retelling del finale di Jeeg (diverso da quello della serie tv storica) inizia una lunga avventura per combattere il popolo Haniwa e la regina Himika. Questa volta il protagonista Kenji non è un cyborg ma un ragazzo che utilizza una moto (provvista di campana di bronzo) trasformandola nella testa del nuovo Jeeg. Molti personaggi della vecchia serie fanno la loro comparsa, compreso un redivivo dottor Shiba. Che il nuovo Big Shooter entri in azione. Il Jeeg di Kenji ha una missione da compiere fino a un deflagrante finale. Disponibile in italiano.

- Seirei no Moribito: il guardiano dello spirito sacro (tv)

Regia di Kenji Kamiyama. Tratto da una serie di romanzi. Questo è il primo ma non lascia nulla in sospeso. Una donna di nome Balsa lavora come guardia del corpo, ma a un certo punto le viene affidato il principe Chagum. La madre vuole salvarlo a tutti i costi anche se il bambino è posseduto da uno strano spirito che si dice porti sventura e per questo condannato ad essere ucciso. Balsa, inizialmente riluttante, inizia il suo viaggio alla ricerca della verità nell’antica Cina, divisa fra una realtà mistica e ricca di antica saggezza e un presente spietato che non guarda in faccia a nessuno. Inedito.

- Skull Man (tv)

Da un manga di Shotaro Ishinomori, il suo antieroe per eccellenza. Come è nato, quali sono le sue origini e per conto di cosa agisce? È in cerca di vendetta? All’inizio forse è solo una leggenda, ma il giornalista Hayato decide di investigare nella faccenda, trovandosi al centro di una storie di sette religiose rivali, esseri mistici e rivelazioni che nascondono verità ancora più complesse. Inedito.

- 5 centimers per second (movie)

Succede a tutti di innamorarsi per la prima volta da ragazzini. Poi si cresce e si conoscono altre cose della vita. Ma se quella ragazzina non ti esce più dalla testa? Se cresci e continui a pensare a lei, fino a farla diventare un’ossessione? E se perfino da adulto continua ad avere un posto nel tuo cuore? Da Makoto Shinkai il suo film rivelazione, con una realizzazione grafica straordinaria concentrata nei fondali. Una Tokyo più viva che mai e una delle storie d’amore e di distanza più intriganti di sempre (ma in questo il regista è un po’ ripetitivo). Disponibile in italiano.

- Sword of the stranger (movie)

Dallo studio Bones, quello che dovrebbe essere a loro dire il miglior film di combattimento con le spade mai realizzato. La trama è esile ma funzionale. Un giovane bambino dovrebbe venire sacrificato per un rituale mistico, ma trova riparo verso una guardia del corpo che si rivela essere uno straniero (si tinge i capelli). Ma anche fra i cattivi ci sono degli occidentali e quando c’è da combattere allora sì che se ne vedono delle belle. Un film che dopotutto sa come farti emozionare. Disponibile in italiano.

2008

- Casshern SINS (tv)

Casshern (o Kyashan come lo chiamiamo in italiano) è una serie che nel corso degli anni ha avuto varie rivisitazioni, sia vicine che lontane dall’originale. Questa serie tv ribalta un po’ tutti i ruoli perché l’umanità pare si sia davvero estinta e l’obiettivo di Casshern è trovare l’androide Luna, detentore di uno strano potere, combattendo nel frattempo contro i suoi gemelli Dio e Leda. L’atmosfera è opprimente perché ci troviamo in un mondo che appare senza speranza, ma Casshern non può che proseguire, continuare ed espiare i suoi peccati. Inedito.

- Macross Frontier (tv)

Macross si rinnova nuovamente, fra canzoni, battaglie e nuovissime Valkyrie. Questa volta come pilota principale abbiamo Alto Saotome, ex attore di teatro Noh (dove interpretava ruoli femminili) che decide di dare una svolta alla sua vita arruolandosi. Ma le caratteristica della serie rimane il triangolo amoroso, questa volta con due cantanti. La fascinosa Sheryl e la principiante Ranka. Ma il tempo per gingillarsi è poco dato che questa volta i nemici di turno sono dei misteriosi insetti alieni chiamati Vajra. Come combattere contro un nemico con cui non puoi comunicare? Ancora una volta, la musica farà la differenza. Inedito.

- The Sky crawlers (movie)

Un film di Mamoru Oshii. In un mondo sedato dal benessere, gli esseri umani non trovano altro divertimento nel vedere guerre. Per cui vengono creati i Kildren, dei ragazzi allenati apposta per andare a combattere e morire, venendo poi sostituiti da altri come se non valessero nulla. Eppure non sono robot, ognuno di loro ha sogni e speranze. Ma il loro destino è intrattenere il resto del mondo combattendo a bordo di aerei, morendo contro un nemico invincibile e continuare così, cercando un attimo di conforto nella vita di tutti i giorni. Forse inutilmente, o forse no. Disponibile in italiano.

- Garden of Sinners (movie)

Si tratta di una serie di 7 film usciti nel corso del 2008 e del 2009, in cui la protagonista Shiki Ryogi è dotata degli occhi della morte. Cioè riesce a vedere quale sia il modo più facile per uccidere una persona o esseri che non dovrebbero appartenere alla nostra realtà. I film non vengono presentati in ordine cronologico, ma iniziano con una Shiki già in azione e padrona delle proprie abilità. Ad aiutarla sono una maga di nome Touko, che apparentemente sarebbe una costruttrice di marionette (ma così simili ad esseri umani da essere indistinguibili). Infine c’è Kokuto, infatuatosi di Shiki fin dai tempi delle scuole superiori e che ora svolge il ruolo di assistente di Touko. L’ordine non cronologico degli avvenimenti non è un problema, anzi alza la tensione ponendo lo spettatore sempre di fronte nuovi quesiti sul come si è arrivati a un certo punto. La realizzazione tecnica è di prim’ordine e scoprire quale sia la verità su Shiki alza la tensione sull’intera storia. Nella versione bluray box è stato inserito un epilogo ideale a tutta la storia, mentre nel 2013 è stato realizzato un nuovo film per celebrare la serie (ma non è nulla di interessante). Inedito.

2009

- Mazinger Edition Z: The Impact

Una rilettura di Mazinger che pesca fra le mille versioni disegnate da Go Nagai. Inizialmente Mazinger è un semplice regalo di un nonno pazzo a un nipote scavezzacollo, ma presto i mostri meccanici del Dottor Hell si mostrano in pubblico! Il loro obbiettivo, l’energia fotonica. Ma col proseguire la storia si complica mostrando che le origini del robot derivano dalla scoperta del japanium, una sostanza che in realtà esiste fin dai tempi di Micene. Koji Kabuto dovrà destreggiarsi fra mille rivelazioni per poi arrivare a uno scontro finale dalle dimensioni epiche! Finale? Disponibile in italiano.

- Macross Frontier itsuwari no utahuime (movie)

La prima parte della serie tv di Macross Frontier rimontata e aggiornata come film. Scene inedite e una diversa storyline. Inedito.

- Summer Wars (movie)

Di Mamoru Hosoda. Natsuki è una ragazza che cerca un ragazzo per dimostrare a sua nonna di essere fidanzata. Dunque pesca il primo che le capita. Ma il povero Kenji, che è un genio della matematica, si trova catapultato in una villa di campagna risalente ai tempi dei samurai! Risolvendo un quesito matematico arrivatogli sul cellulare sembra causare il panico su internet, ma in realtà è l’intelligenza artificiale Love Machine che sta monopolizzando Oz, il mondo virtuale a cui tutti sono collegati, creando grandi problemi anche nel mondo reale. È una corsa contro il tempo, perché mentre la tecnologia impazzisce ricevendo comandi sbagliati da Love Machine, c’è un satellite sta cadendo per davvero! King Kazma, l’eroe dei combattimenti di Oz, scende in campo. Ma sarà abbastanza? Koi Koi! Disponibile in italiano.

2010

- Ookiku furikabutte natsu no taikai (tv)

Seconda serie tratta dal manga sul baseball di cui ho già parlato. In questo nuovo seguito viene dato più spazio allo sviluppo dei personaggi e i legami si rinsaldano. Quello che sembrava più lontano è forse più vicino di quello che sembra. E anzi, il più forte mentalmente è forse quello che sembrava il più debole, mentre chi voleva imporre agli altri la sua visione delle cose per vincere a tutti i costi si rivela il più insicuro. La serie si chiude in un punto dove una conclusione è possibile senza dare un senso di vuoto. Ma il manga continua diventando sempre più seinen, sempre più baseball, sempre più psicologico (per cui in animazione non continuerà mai). Inedito.

- House of five leaves (tv)

Yaichi, è un uomo con una strana voglia a forma di foglia di acero sulla schiena. Il suo lavoro è rapire bambini di ricchi facoltosi per poi chiederne il riscatto. La storia inizia quando Yaichi incontra Masanosuke, una guardia del corpo fallita che diventerà il quinto membro della casa. La serie è tratta da un manga piuttosto lungo, che però viene rielaborato alla perfezione non lasciando a caso nessuno dei cinque lobi della foglia a se stesso. Quella che sembrava solo una pratica illegale diventa alla fine una ricerca all’interno del sé, delle proprie origini e di cosa lo ha portato a diventare quello che si è. Inedito.

- The Tatami Galaxy (tv)

Al centro della storia c’è uno studente senza nome al terzo anno dell’università di Kyoto. La sua vita sembra perseguitata dal compagno Ozu che lo coinvolge in situazioni sempre più strane. Ma nemmeno qui tutto è come sembra, perché il tempo sembra scorrere in modo anormale. Le vicende si ripetono ma con esiti diversi, il flusso degli avvenimenti si fa incoerente. Cosa sta davvero succedendo? Inedito.

- Colorful (movie)

Di Keiichi Hara. Giunto al momento del suo trapasso, al protagonista viene offerta una seconda possibilità: quella di rivivere nel corpo di Makoto, un 15enne appena suicidatosi. Il protagonista si lascia convincere e per risolvere la sua situazione dever scoprire che tipo di ragazzo fosse Makoto e perché abbia si sia suicidato. Ne esce uno spaccato del Giappone postmoderno, dove si vive senza certezze anche all’interno della propria famiglia e dove le persone sembrano porre dei muri intorno a loro, come per evitare di farsi coinvolgere dai problemi degli altri, a farsi del male. Inedito.

- La scomparsa di Haruhi Suzumiya (movie)

Tratto dalla serie tv di Haruhi Suzumiya e successivo alla seconda serie (letteralmente sprecata dagli autori) un film intimista dove Kyon rimasto solo cerca una Haruhi che sembra scomparsa nel nulla. Ma è solo il nodo temporale che si è spostato in una dimensione parallela. Chi e perché l’ha fatto? Un film che alla fine stringe il cuore, per i sentimenti che riesce ad esprimere. Inedito.

2011

- Anohana (tv)

Erano un gruppo di bambini felici, ma la piccola Menma morì in un misterioso incidente. Ora sono dei ragazzi alla soglia dell’età adulta e il protagonista Jin-tan inizia a vedere il fantasma di Menma, che gira per casa sua come se fosse una cosa normale. È forse impazzito? O la bambina non riesce a raggiungere il Nirvana per qualche recondito motivo? Jin-tan rimette insieme il gruppo di quando erano bambini, ma troppe cose sono cambiate da allora, perché le persone sono cresciute, perché crescendo ci si ferisce. Anche qui, una vicenda che sa stringerti il cuore. Disponibile in italiano.

- Fate/Zero (tv)

È in corso una guerra fra maghi il cui premio in palio è il Santo Graal, oggetto in grado di esaudire qualsiasi desiderio. Sette maghi/Master evocano tramite delle reliquie sette servant (Saber, Lancer, Archer, Rider, Caster, Berserker e Assassin). Chi di loro vincerà la battaglia garantirà l’uso del Graal al proprio Master. La famiglia di maghi Einzberg si è sempre affidata all’uso di homunculus come tramite ma visti gli insuccessi passati assume il mago Kiritsugu Emiya come proprio rappresentante. Ma Kiritsugu è una persona che ha una morale molto personale e che non esita a uccidere e truffare per ottenere i propri scopi. Ad ogni modo quando la sua evocazione ha termine, la sorpresa lo coglie. Si immaginava di combattere con Re Artù nel ruolo di Saber, ma chi gli appare di fronte è Arturia Pendragon, una donna. Gli Eizenberg preparano cmq un homunculus, Irisiviel, che diventa la compagna di Kiritsugu. La quarta guerra del graal si apre nella città di Fuyki in Giappone e sarà più dura che mai. Inedito.

- Mawaru Penguindrum (tv)

I tre fratelli Takakura vivono da soli la propria vita, vista la perdita dei genitori. I tre sono di indole molto diversa, ma la verità è che vanno molto d’accordo. La tragedia è che la sorellina Himari ha un male incurabile e i due dovrebbero rassegnarsi a lasciarla morire... ma uno strano copricapo a forma di pinguino sembra riportarla in vita trasformandola nella Principessa dei cristalli. Se i due fratelli troveranno il misterioso Penguindrum la ragazza sarà salva! Solo che un velo oscuro appanna tutta la storia, dato che dietro certi avvenimenti c’è Momoka, una ragazza morta nell’attentato alla metropolitana del 1995. Sua sorella Ringo è ossessionata dalla cosa e cerca quindi di realizzare tutti i desideri che la sorella ha lasciato scritto sul proprio diario. Ne nascono delle gag anche divertenti, ma la presenza di complottisti che vogliono ripetere la tragedia già occorsa nel ’95 avvolge tutto in un’atmosfera lugubre. Fino al raggiungimento del proprio capolinea del destino. Disponibile in italiano.

- Steins;Gate (tv)

Okabe Rintaro soffre di essere un chunibyou (sindrome della seconda media, cioè continua a comportarsi come un bambino pur essendo un adulto). Mentre si reca a una conferenza con l’amica Mayuri assiste a un omicidio, ma quando manda un sms al suo amico Daru accade che la realtà attorno a lui cambia e la defunta Kurisu riappare magicamente in vita non ricordando nulla. Come è stato possibile alterare la realtà? La verità è che il forno a microonde di Rintaro e Daru è diventato una macchina del tempo! Da qui si innesca tutta una trama di investigazione e complotti per impadronirsi della macchina del tempo e che nel futuro scoppi la terza guerra mondiale. Ma le motivazioni e la vera identità di molti personaggi rimane misteriosa fino alla fine. Gli atteggiamenti di Rintaro sono sempre al limite del ridicolo, ma non può ostinarsi a fare il bambino per sempre. Anche perché delle tragedie iniziano a funestare la sua vita e l’unica cosa che può fare è reagire. Disponibile in italiano.

- Madoka Magica (tv)

Cosa farebbe una ragazzina se potesse diventare una maga semplicemente esprimendo un desiderio? Certo, lo farebbe in cambio di combattere le terribili streghe che funestano il mondo. Sembra uno scambio semplice. Ma la verità che viene nascosta è molto più terribile di quello che sembra. E il caro esserino alieno che fornisce i poteri, nonostante il suo aspetto rassicurante è in realtà una creatura dalla logica ferrea e dagli scopi ben precisi. Ci vuole poco perché il sogno diventi un incubo. Disponibile in italiano.

- Macross Frontier: sayonara no tsubasa (movie)

Ed è nel secondo film di Macross Frontier che la serie trova finalmente la sua identità finale. Un sacco di scene nuove, un sacco di motivazioni nuove, un sacco di canzoni nuove. E per non farsi mancare nulla, valkyrie nuove. È giunto il tempo per Alto Saotome di fare una scelta, seguendo un legame che aveva dimenticato, ma senza per forza voler cancellare il proprio passato. Inedito.

2012

- Aquarion Evol (tv)

Sono passati ancora 12000 anni e i robot Aquaria (uno pilotato solo da donne e uno solo da uomini) si trovano a combattere contro i nemici del pianeta Altair. Questa volta al centro della vicenda c’è il giovane Amata che spezzando il sigillo di Aquaria rende possibile la fusione fra le vector machine e l’assemblamento dell’Aquarion Evol, dell’Aquarion Spada e dell’Aquarion Gepard in formazioni miste. Ma in verità a cosa mirano i nemici di Altair e cosa lega questa serie alla precedente? Più di quanto non sembri. Quando l’angelo delle tenebre Mykage dispiega il suo odio per Amata, molti sono i dubbi che aspettano lo spettatore. A tratti esaltante, a tratti commovente. Inedito.

- Space Battleship Yamato 2199 (tv)

Quando si vuole fare il remake di un capolavoro è sempre difficile. Quanto avvicinarsi all’originale? Quanto distanziarsi? Ma Yamato 2199 è un miracolo perché riesce a rifare la prima serie aggiungendo cose che addirittura la arricchiscono. Una visione memorabile che deve essere immancabile per ogni fan d’animazione. Disponibile in italiano.

- Wolf Children (movie)

Un film di Mamoru Hosoda. Hana si innamora di quello che è in realtà un uomo lupo e ha da lui due figli, Ame (pioggia) e Yuki (neve). Ma colto da chissà quale istinto naturale l’uomo muore lasciando la compagna e i figli da soli. Hana però si rimbocca le maniche e decide di andare a vivere in campagna per proteggere i suoi figli dai pericoli della città. È qui che i due crescono nascondendo la verità sulla loro origine. Un romanzo di formazione su come i figli non siano quello che desiderano i genitori, ma quello che desiderano essere essi stessi stupendo anche li dovrebbe conoscere bene. Commovente. Disponibile in italiano.

2013

- The eccentric family / Uchoten Kazoku (tv)

La famiglia Shimogamo è in realtà una famiglia di Tanuki che mischiatasi in incognito in mezzo agli esseri umani fa la guardia di un antico tempio. Ma la loro vita non è facile, un po’ per le rivalità fa i vari gruppi e un po’ per i sette noti come la compagnia del venerdì, che sa della loro presenza e che desidera mangiarseli in un bello stufato una volta all’anno. Eppure di quel gruppo l’enigmatica Benten è amica con il giovane Yasaburo, il nostro protagonista e terzo figlio della famiglia. Le storie sono spesso divertenti e irriverenti, ma il senso di macabra fine che aspetta i Tanuki aleggia un po’ per tutta la serie. Intrigante. Inedito.

- Gatchaman Crowds (tv)

Un remake dei Gatchaman originali? Per nulla. Ma questi Gatchaman non sono tutti terrestri (una presa in giro alla Battaglia dei Pianeti?) e si ritrovano scelti dall’enigmatico JJ. Il loro compito è fermare Berg Katse, un alieno caotico che desidera solo la distruzione dei mondi e che spesso si è scontrato con altri membri del gruppo. La storia inizia quando JJ sceglie una ragazzina di nome Hajime per diventare un nuovo Gatchaman. Il suo approccio però è completamente diverso da quello degli altri membri, che piano piano cominciamo a conoscere nel corso della storia. Dimenticatevi del bird style! Qui ogni Gatchaman ha un’armatura particolare che lo rappresenta. Sullo sfondo però appare anche Galax, un sistema di comunicazione fra cellulari inventato da Rui Ninomiya e che sembra in grado di controllare la volontà delle persone e della realtà attraverso i Crowds. Chi è il vero nemico? Inedito.

- Kill La Kill (tv)

Tornano gli autori di Gurren Lagann che questa volta si ispirano al Cutie Honey di Go Nagai! La giovane Ryuko si trova orfana di padre a causa di un misterioso assassino. Ma come lascito trova Senketsu, una divisa scolastica senziente, e mezza forbice gigante. Con queste si dirige all’istituto scolastico Honnoji, dove dovrebbe trovarsi il suo nemico. Ma ad aspettarla trova Satsuki, la presidente del consiglio studentesco. Non solo, anche lei ha una divisa potenziata senziente: Junketsu. Inizia quindi una battaglia fra divise scolastiche, studenti e loro sottoposti che porterà le due ragazze ad avvicinarsi e a scoprire la verità del mondo in cui vivono. Inedito.

- Kyosogiga (tv)

Molto tempo fa il monaco Myoe aveva la capacità di rendere veri i suoi disegni. Il tutto culminò col dipinto di Kyoto, scritto coi caratteri di capitale specchio. Il disegno di un suo coniglio di nome Koto ottenne il titolo di Dio della capitale specchio da un Bodhisattva. Koto, preso aspetto umano, alla fine sposa Myoe e insieme vivono in questo mondo parallelo. A loro si aggiunge presto un bambino orfano, Yakushimaru, mentre vengono disegnati dei fratelli apposta per lui. Ma terminato il contratto con il Bodhisattva, Koto scompare e così Myoe parte alla sua ricerca lasciando a uno Yakushimaru cresciuto il compito di monaco capo e della gestione della città. Finchè una ragazza chiamata anch’essa chiamata Koto non riesce ad attraversare lo specchio scatenando non solo pericoli nella città, ma nell’intero multiverso nel suo tentativo di tornare indietro. Inedito.

- Yowamushi Pedal (tv)

Tratto dal manga omonimo. Il giovane Sakamichi ama tanto girare in bicicletta fin da bambino, ma la madre temendo che possa succedergli qualcosa gli sistema il mezzo a due ruote in modo che faccia molta fatica ad usarlo. Questo però non lo ferma e anzi lo trasforma in un mostro di forza soprattutto nel percorrere le salite. Entrato alle medie le sue qualità vengono subito notate dai compagni più grandi e una volta venuto in possesso di una vera bicicletta da corsa inizia ad allenarsi seriamente. Un anime sportivo forse un po’ vecchio stampo, ma che si tiene in piedi coi rapporti fra i compagni di squadra e gli avversari, facendo vibrare l’adrenalina. La serie si interrompe in un punto che non reca fastidio. Inedito.

- Steins;Gate il dominio carico del del deja-vu (movie)

All’improvviso Okabe Rintaro scompare nel nulla e nessuno si ricorda più della sua esistenza. Il viaggio attraverso troppe dimensioni temporali diverse ha fatto perdere di solidità alla sua persona, che non sa più a che posto appartenere. Però... Kurisu alla fine si ricorda di lui e intraprende un viaggio che la conduce a scoprire cose di Rintaro che le erano state solo accennate. Lo sconforto però prende di mira anche lei perché ogni tentativo di salvarlo sembra portarlo alla morte. Ma esiste un modo per ancorare Rintaro alla sua realtà originale? Kurisu si dispera in cerca di una risposta. Inedito.

- Si alza il vento (movie)

L’ultimo film di Hayao Miyazaki e finalmente il suo abbandono della narrativa per bambini per dedicarsi a qualcosa di più personale. Il sogno di Jiro Horikoshi è costruire aerei, ma lui vive in tempo di guerra quindi tutto il suo ingegno è riversato nel realizzare macchine di morte che per giunta non torneranno mai dal campo di battaglia: i caccia zero. Ma nel frattempo trova il modo di crearsi una vita propria, di innamorarsi, di studiare, di soffrire. Nessuno può scegliersi l’epoca in cui nascere, ma l’unica cosa che può fare è impegnarsi a vivere dando il massimo. Disponibile in italiano.

- La storia della principessa Splendente (movie)

Di Isao Takahata. Il collega di Miyazaki inizia invertendo i fattori della storia originale (che risale addirittura all’antica Cina) e mette al centro dell’attenzione non il Tagliatore di Bambù, ma la principessa splendente, una “dea” che arriva dalla Luna e che è rimasta affascinata dagli esseri umani. Ma i seleniti non vedono di buon occhio il suo convincimento e si riservano di riportarla indietro qualora provasse disgusto per l’umanità. La bambina, inizialmente grande come un uovo, viene chiamata Gemma di Bambù e cresce velocemente in campagna fino ad avere un aspetto adulto. Il padre vuole per lei il meglio e la porta in città, dove trova corteggiatori importanti. Ma Gemma di Bambù è anche un po’ il paradigma delle ragazze postmoderne attuali, che agisce senza pensare alle conseguenze. Imparerà che ogni sua parola può arrecare danno, imparerà come è davvero il mondo degli uomini. Lei immaginava solo le cose belle, ma c’è anche del brutto su questa Terra. Disponibile in italiano.

2014

- Fate Stay Night: Unlimited Blade Works (tv)

Ancora sette Master e sette Servant pronti ad affrontarsi per la guerra del Santo Graal. Ma incredibilmente una battaglia che dovrebbe tenersi ogni centinaio di anni si attiva a solo 10 anni dall’ultima volta. Il protagonista Shiro Emiya si ritrova ad essere il Master di Saber, Arturia Pendragon, ma lui non è un vero mago, anche se ha una capacità speciale nel riparare gli oggetti. Come può offrirle l’energia di cui ha bisogno di combattere? Ma c’è altro oltre ai combattimenti. Ci sono ideali diversi che si mettono a confronto, ci sono concezioni stesse della vita e della propria volontà che si mettono a confronto. Insomma, dietro una patina di combattimenti spettacolari si nasconde una riflessione sul cosa significa essere un eroe. O essere una persona normale.

- Parasyte (tv)

Arrivano da non si sa dove e prendono il controllo del cervello umano. Dei parassiti che intendono governare l’umanità. Ma il protagonista Shinichi si accorge in tempo di quello che sta succedendo e blocca il parassita nel suo braccio. Nasce quindi una convivenza fra due esseri diversi e l’ospite indesiderato, chiamato Destra per via del braccio in cui è entrato, mostra la differenza fra esseri che vivono d’emozioni e altri che sono razionali al massimo. Eppure nel tentativo di comprendersi e di comprendere anche gli altri parassiti, molte cose possono cambiare. Nonostante i combattimenti e le tragedie prendano molto spazio, anche le vicende più cerebrali trovano modo di fare capolino. Prossimamente in italiano.

- Shirobako (tv)

Un gruppo di ragazzine amiche di scuola che si ripromette di ritrovarsi da adulte nel mondo dell’animazione. A parte la simpatia delle cinque (che inizialmente prendono strade diverse) quest’anime brilla per come ti mostra il mondo dell’animazione dall’interno, con tutti i suoi problemi e limitazioni. Sembra un argomento noioso ma l’abilità dello staff di renderlo brillante è da encomio. Ognuno porta competenze diverse e solo tramite la collaborazione di tutti è possibile raggiungere un risultato finale che sia soddisfacente. Istruttivo, ma anche commovente. Inedito.

2015

- Gatchaman Crowds Insight (tv)

L’aliena Gelsadra arriva sulla Terra, ma sembra una bambina del tutto innocua. I Gatchaman la tengono comunque sotto controllo. JJ sceglie anche una nuova Gatchaman per la squadra, la giovane Tsubasa. Gelsadra è animata dal desiderio di aiutare gli esseri umani ed esaudire i loro desideri. Ma questo sarà davvero un bene? La nuova serie ha un taglio molto più politico della prima dato che per esaudire i desideri di tutti Gelsadra diventerà adulta e arriverà a candidarsi come primo ministro. Ma il desiderio di una persona può non coincidere con quello di un’altra e quando i misteriosi Vape appaiono per contrastare i Crowds, la città cade nel panico e l’opinione pubblica diventa una banderuola disposta ad accodarsi al primo populista che si presenta. La volontà umana appare troppo debole di fronte alla propaganda. Se il tuo nemico non è fisico, ma un’idea, come risolvere le cose? Inedito.

- The boy and the beast (movie)

Di Mamoru Hosoda. Dopo essersi soffermato sulla figura della madre in Wolf Children, in questo film la figura centrale è quella del padre, reale e adottivo. Il giovane Rei finisce nel mondo dei mostri e viene usato dal mostro orso Tetsumaru come apprendista (altrimenti non potrebbe accedere al torneo per diventare gran maestro). Rei viene ribattezzato Kyuta e dopo un periodo di rifiuto impara a conoscere Tetsumaru. Imitandolo le capacità di tutti e due aumentano e i due sembrano davvero padre e figlio. Ma durante un viaggio nel mondo umano Rei ritrova il suo vero padre, che non l’aveva mai abbandonato. Era stata la famiglia della defunta moglie ad allontanarlo. Allora Rei si ritrova diviso fra due mondi e due padri. Uno in cui può dimostrare la sua forza e uno in cui può dimostrare la sua intelligenza. Ma si dice che alcuni esseri umani siano pericolosi, perché hanno un buco di oscurità nel cuore. Disponibile in italiano.

- Miss Hokusai (movie)

Di Keiichi Hara. Il film parla di Oei, la figlia del grande pittore Hokusai. Anche lei è dotata, ma ovviamente rispetto al nome alla fama e alla figura del padre non può che apparire in secondo piano. Ma non se ne fa un cruccio e spesso passa il suo tempo con la sorellina cieca. È un film dal ritmo lento dove non sembra succedere nulla, ma in realtà è una pellicola che racconta la non crescita di Oei, che impara tante cose ma che rimane come bloccata in uno stato di immobilità. Per esempio le sue illustrazioni erotiche vengono sempre lodate per la loro eleganza, ma nessuno desidera acquistarle perché non esprimono passione. Perché la stessa Oei non ha avuto mai esperienze e quindi non può trasmettere quello che non sa. Sullo sfondo tanti personaggi storici realmente esistiti, ma anche tante occasioni perse dai personaggi. Alla fine sembra di non avere visto nulla, ma in realtà Oei essendo una figura di donna già moderna nel periodo Edo attraversa i secoli e mostra allo spettatore come sia necessario prendere il controllo nella propria vita, cosa che nell’enigmatico finale sembra risuonare nei cambiamenti che la nazione sta subendo.

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


giovedì 10 novembre 2016, 14:48
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: domenica 28 ottobre 2007, 22:58
Messaggi: 9996
Località: Roma
Rispondi citando
Garion-Oh ha scritto:
Questo topic nasce da una costola di un discorso fatto con Koji, secondo cui negli ultimi anni non siano più stati prodotti anime interessanti.
Premesso che sempre di gusti personali si tratta, ho messo assieme questo listone di cose che mi sono piaciute (e che ho comprato in italiano ove disponibili).
E' un po' lungo (e sono stato stretto nelle scelte, ve l'assicuro).

Spero che anche altri vogliano contribuire nell'elencare cosa è piaciuto a loro. Ma mi rendo conto che qui siamo in un forum di modellismo e a dedicarci alla visione di anime non siamo in moltissimi.
Io ho cmq cercato di mettere delle sinossi per ogni anime (a volte un po' lunghe), per fare comprendere per bene anche perché mi sono piaciuti (in effetti ci sono alcuni argomenti che si somigliano).
Grazie a chi avrà la pazienza di leggere tutto. :mrgreen:


Grazie a te per aver condiviso.Preciso solo che non ero io a dire che negli ultimi anni non si trovavano anime degni di nota ma Devilman:

Devilman ha scritto:
Koji non sono molto d'accordo col tuo giudizio finale. E' vero che la realizzazione tecnica lascia a desiderare, anche se migliora con le puntate imho, pero' resta cmq più avvincente del 99% della roba che ho visto negli ultimi dieci anni. Non e' come la saga dei falchi, ma questo e' un difetto che si porta dietro il manga stesso. Dovremmo anche considerare che la serie originale l'abbiamo vista appunto 20 anni fa circa, e noi avevamo 20 anni di meno...
Mia opinione personale, chiaramente.


Quote preso dal topic:
viewtopic.php?f=11&t=6954

Per mia fortuna ho visto moltissime cose in questi 15 anni che mi sono piaciute.

Cercherò anche io di fare una lista fiiin1

_________________
Immagine

Passa anche tu dal lato oscuro del CUMPRA, JUMPA!!!

Il cavaliere Jumpa


giovedì 10 novembre 2016, 17:23
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: martedì 11 agosto 2009, 21:07
Messaggi: 13527
Località: roma o quasi...
Rispondi citando
Quanta roba che hai visto!

_________________
Immagine

La mia collezione è qui!
Datemi Tempo (la collezione di Alessio)


giovedì 10 novembre 2016, 17:42
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
Dato che all'incirca ormai escono tipo 150 anime ogni anno, direi che ho fatto una selezione ben pesante in realtà :wink:

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


giovedì 10 novembre 2016, 17:51
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2010, 10:25
Messaggi: 6913
Rispondi citando
Ancora non ho finito di leggere tutto, ma le differenze cromatiche nei titoli hanno un qualche significato?

_________________
one six two, seven eight..
two six three, seven eight nine

▄██▄
__-__
░░░░

caz_zate collection

Resto al palo e salto la quaglia!


giovedì 10 novembre 2016, 19:07
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
caz_zate ha scritto:
Ancora non ho finito di leggere tutto, ma le differenze cromatiche nei titoli hanno un qualche significato?


rosso = serie tv
blu = ova
verde = film

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


giovedì 10 novembre 2016, 22:53
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: martedì 16 aprile 2013, 15:32
Messaggi: 2096
Località: Genova
Rispondi citando
Madonna che listone!! Utile anche come guida per le cose che si son perse, come The Big O seconda stagione. Devo cercarlo in rete assolutamente. fiiin19

_________________
Immagine

Le Mie Gallerie...Quelle Serie!!


domenica 13 novembre 2016, 11:27
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
The Big O seconda stagione non lo puoi vedere senza la prima. Che però era del 1999 e quindi non è listata. La prima serie era molto più pratica (in sostanza sì, era Batman col robot). Ma nella seconda hanno complicato le cose come scrivevo nella trama.

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


domenica 13 novembre 2016, 13:54
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: martedì 16 aprile 2013, 15:32
Messaggi: 2096
Località: Genova
Rispondi citando
Si si la prima l'avevo divorata in un paio di giorni 8) . Mi era enormemente piaciuta. Della seconda non ne ricordavo l'esistenza...ma forse la vecchiaia... fiiin3

_________________
Immagine

Le Mie Gallerie...Quelle Serie!!


domenica 13 novembre 2016, 20:29
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
La prima è molto concreta. La seconda molto più... onirica. Tanto che alla fine ti chiedi che cosa hai visto.

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


domenica 13 novembre 2016, 22:21
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 1 settembre 2006, 15:30
Messaggi: 2394
Località: Roma
Rispondi citando
Gran bella lista!

Personalmente rimango molto legato ai super-robot... e più sboroni sono meglio è. Me ne rendo ancora più conto guardando questa lista, considerando che in cima metterei Gurren Lagann e Godannar :roll:

Per il resto concordo assolutamente su Yamato 2199... va visto!

_________________
Immagine
身は一代名は末代。 さようなら、親友! Chogokin Mania


venerdì 18 novembre 2016, 8:38
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 20 novembre 2009, 21:22
Messaggi: 7066
Località: Pavia
Rispondi citando
A me i robottoni sboroni piacciono sempre!
Ma amo anche le cose più introspettive, quelle che ti fanno riflettere sul mondo che ti circonda.

_________________
Immagine
Immagine

Il mio indirizzo facebook: https://www.facebook.com/garion.oh


venerdì 18 novembre 2016, 9:03
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: domenica 28 ottobre 2007, 22:58
Messaggi: 9996
Località: Roma
Rispondi citando
Concordo anche io su Yamato 2199, mi è piaciuta molto.

gurren lagan credo che faccia capo a sè stesso, nonostante strizzi l'occhio ai robottoni, ad ogni modo è un capolavoro nel suo genere e va seguito "abbandonando ogni tipo di razionalità".
godannar offre uno scenario talmente vasto di sottotrame/aneddoti/storie complementari ecc. che riesce a distinguersi molto.

Detto ciò seppur piacendomi i robottoni, vorrei anche qualcosa in più delle solite trame viste e riviste e per fortuna alcuni anime robotici hanno soddisfatto questo prerequisito.
Ad ogni modo io vedo un po' di tutto per cui il mio appetito viene discretamente saziato di tanto in tanto, in mezzo a tati anime mediocri ci sono anche delle belle opere.

_________________
Immagine

Passa anche tu dal lato oscuro del CUMPRA, JUMPA!!!

Il cavaliere Jumpa


venerdì 18 novembre 2016, 17:08
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010